Pressing o Pressione? Una possibile soluzione…


Esercitazione situazionale ideata per permettere ai giocatori di interiorizzare

i sottoprincipi che caratterizzano il Pressing e la Pressione

Mentre mi divertivo a preparare la programmazione annuale in vista della prossima stagione, mi è capitato di focalizzare la mia attenzione su due principi di gioco in particolare: il Pressing e la Pressione, entrambi riguardanti la Fase Difensiva.

Prima di iniziare ritengo opportuno riportare le definizioni di entrambi i concetti, giusto per ripassare un po’:

  • Pressing: Applicando il Pressing la squadra senza palla attacca in modo organizzato gli avversari, cercando di limitare tempi e spazi per l’impostazione del gioco, con l’obiettivo di riconquistare il pallone aumentando la possibilità di un passaggio arretrato o intercettato.
    L’ attuazione del pressing  richiede che i vari reparti si muovano in sincronia.
  • Pressione: è un’azione di tattica individuale atta a diminuire tempo e spazio di giocata al possessore di palla avversario e di tattica collettiva atta a ricomporre le linee difensive.

Detto questo, la riflessione che vorrei presentarvi, all’interno di questo articolo, è la seguente: un allenatore deve concentrarsi su uno dei due principi o può lavorare per fare in modo che i giocatori acquisiscano entrambi i concetti senza fare confusione?

Io ho provato a immaginare un’esercitazione situazionale attraverso la quale si può avere la possibilità di sviluppare il concetto di Pressing ma anche quello di Pressione, con lo scopo che la squadra sappia interpretare al meglio le situazioni di gioco.
Ritengo infatti che vi siano momenti nei quali è opportuno attuare il Pressing e altri nei quali invece è importante ricomporre le linee difensive mentre un compagno entra in zona di contrasto sul portatore di palla.

Vi presento l’esercitazione:

 

press_pressio1

 

Si organizza un campo come in figura, con le misure che variano a seconda del numero degli interpreti, schierando due squadre in un 5 vs 5 più i due portieri (ho deciso di raffigurare un cinque vs cinque per facilità grafiche, ma il numero dei giocatori può variare tranquillamente)

L’esercitazione inizia con una squadra che attacca (bianca) e l’altra che difende (blu). i giocatori blu devono farsi trovare obbligatoriamente nella metà campo avversaria e non possono difendere nella loro metà campo. La squadra in difesa inizia quindi un’azione di Pressing, mentre quella in attacco cerca di eludere l’azione difensiva degli avversari per andare a segnare. Se i giocatori bianchi riescono a superare la metà campo, possono segnare contro il portiere indisturbati, perchè i blu non possono rientrare (attenzione al Timing Difensivo).

 

press_pressio2

 

Nel secondo caso la squadra blu attende obbligatoriamente gli avversari nella propria metà campo, preoccupandosi di contrastare il portatore di palla avversario ma anche di ricomporre le linee difensive a difesa del portiere. I bianchi devono segnare, ma se i blu riconquistano palla, prima di poter segnare, devono effettuare 5 passaggi consecutivi per poi attaccare la porta indisturbati.

Durante lo svolgimento dell’esercitazione, naturalmente, il Mister dovrà opportunamente alternare entrambe le situazioni in modo tale che tutte e due le squadre interpretino i due principi di gioco.

 

 

Cosa ne pensi? Il tuo pensiero mi interessa!